Via dai musei

Mia moglie, gran donna, in un museo a Venezia vide una scultura di Calder. Essendo intelligente, la toccò per farla muovere. Suonò l’allarme. Fosse stata un’opera di Bruno Munari, l’autore avrebbe preteso di controllare l’areazione, affinché la statua si muovesse con una spinta invisibile.